CENTRO IMPLANTOLOGICO TRAMONTE del dott. Silvano U. Tramonte

English

L'amalgama dentale e la sua rimozione consigliata

L'AMALGAMA DENTALE

L’amalgama, il famoso composto a base di mercurio usato dai dentisti per otturare le carie è dannoso per la salute. Per questa ragione, i Centri Implantologici Tramonte hanno scelto di usare alternative più sicure e meno inquinanti per la salute della bocca dei loro pazienti e anche per la tutela dell’ambiente. Tuttavia ci sono milioni di persone in Italia che ne hanno una o addirittura una decina in bocca con conseguenti seri rischi per la salute. La rimozione degli stessi, quindi, passaggio fondamentale, non solo deve essere fatta, ma deve anche avvenire in maniera protetta; questo per eliminare eventuali fonti di intossicazione da metalli pesanti, limitando così al massimo la possibilità di assorbimento da parte dell’organismo.
Si tratta di un’operazione necessaria perché i metalli pesanti quando entrano nel corpo non solo ci rimangono ma si depositano: il mercurio, legandosi facilmente con i gruppi solfidrici delle proteine, potrebbe intaccare o danneggiare organi bersaglio come il cervello, i reni, il fegato, le ghiandole (surrenali, tiroide, prostata, pineale, ecc.).

Cos’è l’amalgama
L‘amalgama dentaria è composta da Mercurio, Argento, Stagno, Rame e Zinco. Un’ otturazione dentale in amalgama contiene mediamente 440 mg di Mercurio e può rilasciare ogni giorno parte di questo mercurio per fenomeni di abrasione (durante la masticazione), corrosione e disgregazione elettrolitica all’interno della cavità orale nonché sotto forma di vapori. I sali dei cibi, le acque gassate, gli acidi alimentari incrementano ulteriormente la disgregazione dell’amalgama dentaria. Il mercurio rilasciato parzialmente si deposita nei tessuti cellulari della cavità orale oppure viene eliminato attraverso le urine e le feci e inquinando l’ambiente. Il mercurio può essere posto in relazione a tossicità cellulare, neurotossicità con conseguenti malattie neurodegenerative, immunotossicità, danni a carico del sistema endocrino, rischi relativi alla fertilità e allo sviluppo embrionale. In Svezia, Danimarca e Norvegia è bandito l’uso dell’amalgama per le otturazioni dentali. In Italia è solamente controindicata nelle donne incinte e nei bambini.


L’importanza di una rimozione protetta
Effettuare una rimozione dell’amalgama non protetta mette in serio pericolo la salute del paziente, del dentista e del suo assistente. Gli amalgami vanno infatti rimossi in protocollo protetto. In alternativa all’otturazione in amalgama si possono usare materiali estetici bicomponenti o fotopolimeri che hanno il vantaggio di avere una grande valenza estetica ed essere meno invasivi, nonostante non siano propriamente neutri dal punto di vista della tossicità. Un’ulteriore alternativa certamente più pregiata ma anche più costosa sono gli intarsi in ceramica, assolutamente atossici.


Perché evitare la rimozione dell'amalgama per vaporizzazione-polverizzazione
La rimozione di amalgama dentale effettuata per fresaggio dell’otturazione mediante trapano fino al suo consumo totale è l’approccio del dentista ignaro dei problemi dell’amalgama per la salute. In tal modo non tutta la limatura dell’amalgama viene aspirata dall’aspiratore chirurgico e parte del prodotto di consunzione dell’amalgama viene ingerito dal paziente.


Il protocollo per la rimozione sicura degli amalgami
E’ lavorare sotto diga. L’utilizzo della diga di gomma permette la raccolta della limatura e il suo locale isolamento dalle mucose del paziente. L’utilizzo della diga di gomma consente all’aspiratore chirurgico di eliminare completamente i prodotti del fresaggio sull’amalgama senza che questi vengano in contratto con le mucose. Per diminuire la produzione di limatura e rendere ancora più sicure le operazioni di rimozione si può ricorrere al protocollo svedese che è sostanzialmente una rimozione in blocchi dell’amalgama che viene tagliata in due o tre pezzi separati e quindi rimossi, naturalmente rigorosamente sotto diga.

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 14 marzo 2017 sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sul mercurio

Il Parlamento Europeo si pronuncia sull'amalgama

 

CREDITS | PRIVACY